Per accedere al comune alla quale sei interessato, clicca sul suo stemma !


Capraia e Limite


Castel Fiorentino


Cerreto Guidi


Certaldo


Empoli


Gambassi Terme


Fucecchio


Montaione


Montelupo Fiorentino


Montespertoli


Vinci

Articoli Recenti

1° FESTIVAL DELLE NARRAZIONI NELL'EMPOLESE-VALDELSA

1° FESTIVAL DELLE NARRAZIONI NELL'EMPOLESE-VALDELSA

Ci sono sempre parole. [non]Festival delle narrazioni popolari (e impopolari) è il primo Festival ‘diffuso’ sulle narrazioni e lo storytelling che mette al centro le persone e i loro racconti di vita quotidiana. Dal 6 ottobre al 30 novembre 2018 tre dei Comuni dell’Empolese Valdelsa – Montelupo Fiorentino,Capriaia e Limite e Montespertoli (FI) – saranno protagonisti di una manifestazione che, attraverso la narrazione e quindi l’ascolto, vuole ricostruire le connessioni all’interno delle comunità cementando l’empatia. In un momento storico dove le relazioni interpersonali sono filtrate dalla virtualità delle comunicazioni, portare alla luce le storie di tutti i giorni diventa il mezzo attraverso il quale le persone si ritrovano, si ascoltano e si riconoscono. Un [non]Festival dove la parola raccontata dal vivo è cuore e anima dell’iniziativa, strumento contemporaneo per valorizzare l’identità dei territori.
Perseguendo le linee guida scientifiche del Museo Diffuso – teorizzate negli anni Settanta dai museologi francesi Georges Henri Riviére e Hugues de Varine che sostituirono ai parametri tradizionali il patrimonio, il territorio e la comunità – il Sistema Museale Museo Diffuso Empolese Valdelsa e l’Associazione Yab, promotori dell’iniziativa, si pongono l’obiettivo di musealizzare il concetto di comunità.


UNA STORIA, UN ARCHIVIO - Presentazione Libro

UNA STORIA, UN ARCHIVIO - Presentazione Libro

Idalberto Targioni (1868-1930) fu trovatello, contadino, operaio, poeta estemporaneo, attivista sindacale, antimilitarista, socialista e sindaco, interventista e fascista della prima ora, uomo del regime, infine pentito; fu una figura controversa, protagonista del proprio tempo……………………

26 ottobre 2019 - GIORNATA NAZIONALE DEL FOLKLORE E DELLE TRADIZIONI POPOLARI

26 ottobre 2019 - GIORNATA NAZIONALE DEL FOLKLORE E DELLE TRADIZIONI POPOLARI

Presentato nella Sala Conferenze dell’Oleificio Montalbano in Vinci, il portale dell’Associazione per la salvaguardia delle Tradizioni Popolari, a cui hanno prestato la competenza i ragazzi dell’Istituto Ferraris Brunelleschi di Empoli in collaborazione con Var-group-digital Gruppo-Sesa, nell’ambito del progetto Scuola-Lavoro. Un pubblico folto e attento ha mostrato di gradire questa particolare iniziativa culturale. Intervenuti: il Senatore Dario Parrini, il Consigliere regionale Enrico Sostegni, la Vice-Sindaca e Assessore alla Cultura di Vinci Sara Iallorenzi, l’Assessore alla cultura del Comune di Montelupo – Aglaia Viviani, L’Assessore di Capraia e Limite Gabriele Paci e la consigliera comunale del Comune di Cerreto Guidi Daniela Mancini. Molto attento il pubblico, presenti Andrea Giuntini e Katia Lari hanno deliziato la platea con stornelli toscani e racconti della più verace tradizione toscana. Assente purtroppo, giustificato il prof. Ricercatore di Tradizioni Popolari Carlo Lapucci. Infine, per tutti fettunta con il pane dell’Associazione grani antichi, di Montespertoli e l’olio dell’Oleificio Montalbano con vino delle Cooperative Oli & Vino Montalbano. L’iniziativa ha avuto il patrocinio del Comune di Vinci e dell’Unione dei Comuni-Circondario Empolese-Valdelsa. ———————————————- Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri- 31 luglio 2019 (GU n° 200 del 27/08/2019) E’ indetta la “Giornata nazionale del Folklore e delle tradizioni popolari per il giorno 26 ottobre 2019. In tale giornata le amministrazioni pubbliche, anche in coordinamente con gli enti ed organismi interessati, promuovono l’attenzione e l’informazione sul tema del folklore e delle tradizioni popolari, nell’ambito delle rispettive competenze e attraverso idonee iniziative di comunicazione e sensibilizzazione.

Alternanza scuola-lavoro dal 10/09/2018 al  21/06/2019

Alternanza scuola-lavoro dal 10/09/2018 al 21/06/2019

Introduzione all’Alternanza Scuola Lavoro: L’alternanza serve per capire dove si vuole arrivare lavorativamente, ma anche per far emergere qualità come quella di adattarsi a nuovi ambienti e alla bravura nel lavoro di gruppo. Quest’ultime qualità sono le più ricercate dagli imprenditori, perché sono abilità che non si possono insegnare. Ognuno dovrebbe assecondare le proprie passioni, ma anche scegliere un’azienda e un percorso di studi che ”assecondi” la formazione precedente.
La nostra esperienza:
Il nostro team appartenente all’Istituto Ferraris Brunelleschi di Empoli, ha collaborato insieme all’associazione Centro Tradizoni Popolari Empolese-Valdelsa per la realizzazione di questa piattaforma che si pone come obiettivo quello di promuovere la cultura immateriale del circondario; ciò è stato possibile grazie a VarGroup Digital, che si occupa di soluzioni IT.
Il team:
Lorenzo Bonaffini
Luca Divona
Niccolò Mancini
Diego Leone Vascellari

COMUNICATO: Con grande rammarico Vi comunico che,  a causa dell'incremento della pandemia COVID-19,  la Fondazione Banca Alta Toscana ha disposto il RINVIO A DATA DA DEFINIRE del concerto d'organo previsto nella chiesa di Santa Croce in Vinci  per domenica 08/11/2020.  Vi ringrazio per l'attenzione e Vi prego diffondere tra i Vs. associati e conoscenti la notizia del rinvio dell'evento.

COMUNICATO: Con grande rammarico Vi comunico che, a causa dell'incremento della pandemia COVID-19, la Fondazione Banca Alta Toscana ha disposto il RINVIO A DATA DA DEFINIRE del concerto d'organo previsto nella chiesa di Santa Croce in Vinci per domenica 08/11/2020. Vi ringrazio per l'attenzione e Vi prego diffondere tra i Vs. associati e conoscenti la notizia del rinvio dell'evento.


#NoirestiamoaCASA - Operatività Smart Working del Centro Tradizioni Popolari

#NoirestiamoaCASA - Operatività Smart Working del Centro Tradizioni Popolari

Vinci, 13 marzo 2020 Cari Amici, Il momento che stiamo attraversando, con l’Emergenza sanitaria da Covid-19, ci impone di rivedere i nostri stili di vita e modalità di relazioni sociali, con l’obiettivo di uscirne fuori insieme. Le nostre comunità stanno affrontando un isolamento imposto dai recenti Decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri volti a tutelare la salute di tutti. Come Consiglio d’Amministrazione siamo vicini alla comunità scientifica e operatori della Sanità che lavorano senza sosta per assicurare l’assistenza a tutti i cittadini oltre a tutti i Dipendenti pubblici e privati che ogni giorno garantiscono i servizi minimi essenziali. In questo quadro generale vorremmo provare a dare il nostro Contributo con un’azione da attivare a Distanza: Attraverso la Pagina Facebook del Centro di Documentazione tradizioni popolari Empolese-Valdelsa, oppure inviando una E-mail, “Potrai scrivere il Tuo Racconto!!” – Tutte le Storie che arriveranno che si riconducono alle tradizioni popolari delle nostre terre saranno successivamente valorizzate . Un cordiale saluto a tutti, Il Consiglio Direttivo #Andra’tuttoBene!!

E-state in Cantina

E-state in Cantina

dal territorio del Comune di Montespertoli…..


Terra D'artisti - Incontro al Gruppo culturale Fornace Pasquinucci

Terra D'artisti - Incontro al Gruppo culturale Fornace Pasquinucci

Segnaliamo Evento sul territorio di Capraia e limite, con il Patrocinio del Centro Tradizioni Popolari Empolese-Valdelsa

INSEDIAMENTO DEL COMITATO TECNICO-SCIENTIFICO DEL CENTRO TRADIZIONI

Criteri di Validazione delle Tradizioni Popolari – 24 settembre

Riunione Comitato Tecnico Scientifico, componenti del CTP e rappresentanti dei Comuni di Capraia e Limite, Cerreto Guidi, Fucecchio.
Dopo la presentazione dei partecipanti e delle azioni intraprese dal Centro TP, ci si confronta sull’ampio campo delle tradizioni, quel patrimonio immateriale trasmesso di generazione in generazione e costantemente ricreato, e sui suoi valori identitari consapevolmente assunti.
Si concorda sulle ampie possibilità del campo (dalle strutture materiali, alla produzione legata al lavoro, all’ambiente, alle fonti ecclesiastiche…), e si individuano alcuni criteri necessari nel processo di identificazione, di riconoscimento e di validazione degli elementi del patrimonio culturale legato alle tradizioni popolari, concordando su:

Continuità;
Documentazione;
Comparazione;

Qualora siano presenti trascrizioni delle memorie orali, il criterio sarà quello della massima trasparenza dei riferimenti.


Leggere di Tradizioni popolari - Il Centro di Documentazione concede il Patrocinio istituzionale

Leggere di Tradizioni popolari - Il Centro di Documentazione concede il Patrocinio istituzionale

Il prossimo 20 luglio a Cerreto Guidi – Vi Aspettiamo!!

CHIUSURA DEL PROGETTO

CHIUSURA DEL PROGETTO "NATALE MASI: Un Poeta per Vinci"

Lamporecchio – 22 settembre

Si è tenuto a Lamporecchio (PT)l’ultima presentazione del Volume dedicato a Natale Masi, per valorizzare la figura del Poeta-improvvisatore vinciano, arte nella quale Masi è stato maestro, riscoperto e valorizzato, grazie al progetto finanziato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Vinci. L’evento si connette al 1991, quando in questo Comune si presentò una rassegna di poesia popolare. ma anche la terra della sua amta moglie Ginetta.
Presenti, oltre al presidente del Centro Alessandro Alderighi, Alessio Torrigiani, sindaco di Lamporecchio e l’assessore alla cultura Monica Cetraro, il professor Fabrizio Franceschini, docente universitario, Alessandro Bencistà (Curatore del Volume), presidente del Centro Studi Tradizioni Popolari Toscane, Rossana Ragionieri, coordinatore del Comitato TS e Paolo Santini, assessore alla cultura del Comune di Vinci.
Al termine dell’incontro sono stati presentati gli stornelli pistoiesi a cura di Realdo Tonti..


La Befanata dei Poeti, ritorna a Faltognano di Vinci............

La Befanata dei Poeti, ritorna a Faltognano di Vinci............

Arrivata alla VII° edizione, questo anno si fregia del Patrocinio del Comitato nazionale Leonardo 500. La Befanata dei Poeti è il Primo “Patrimonio culturale immateriale dell’Empolese-Valdelsa” ________________________________________________ “E’ importante che le pubbliche amministrazioni sostengano il progetto avviato qualche anno fa dal Centro di documentazione, che fin dal 2015 ha ottenuto il patrocinio dagli 11 sindaci dell’Unione dei comuni dell’Empolese-Valdelsa”, afferma l’assessore alla cultura del comune di Fucecchio Daniele Cei. “In questa epoca in costante mutamento, i concetti di tradizione, autenticità, eccellenza, eredità, comunità patrimoniale, rappresentano i cardini di un intenso processo di ridefinizione delle identità locali e di riflessione sulle diversità culturali. Il nostro comune, insieme a quello di Vinci, è stato fra i primi a crederci e ad adoperarsi per la valorizzazione delle nostre tradizioni popolari ma il lavoro da fare è ancora molto. Il ruolo delle amministrazioni pubbliche è strategico per sensibilizzare la cittadinanza affinché il patrimonio culturale immateriale su cui si basano le nostre identità locali venga recuperato e nobilitato.” _________________________________________________ “le tradizioni popolari rappresentano la storia e la cultura di un territorio ed è importante ricordarle e farle conoscere, soprattutto alle nuove generazioni. Simboleggiano ciò che è stato ed è stato tramandato nell’usanza delle comunità, afferma il Vice-Sindaco e Assessore alla Cultura del Comune di Vinci, Sara Iallorenzi” _________________________________________________ Sono trascorsi sette anni da quel 5 gennaio 2014, quando proprio nei locali del Circolo si annunciava la nascita del Comitato promotore per il Centro di Documentazione delle Tradizioni popolari dell’Empolese-Valdelsa. Nell’anno appena trascorso, nella terra di Leonardo, abbiamo promosso la Prima Edizione della Giornata nazionale del Folklore e Tradizioni popolari il 26 ottobre, con un folto e attento pubblico e la presenza del Sen. Dario Parrini e del Consigliere regionale Enrico Sostegni. L’anno 2020 sarà l’anno della “prima pietra”, ovvero l’apertura del Centro di Documentazione. Il Consiglio del 12 dicembre ha deliberato di promuovere una campagna di sottoscrizione: “Amico del Centro di Documentazione Tradizioni popolari dell’Empolese-Valdelsa”, volta a sostenere l’apertura di questa nuova “Istituzione culturale” con un’ampia diffusione verso tutta la cittadinanza dell’empolese-valdelsa. Vi aspettiamo numerosi a Faltognano carichi di umorismo e buoni propositi per sostenere la cultura immateriale, afferma il Presidente del Centro Tradizioni, Alessandro Alderighi.

Si Riparte dal territorio di CERRETO GUIDI...........

Si Riparte dal territorio di CERRETO GUIDI...........

Il 3 luglio 2020 – Presentazione del Centro di Documentazione Tradizioni popolari Empolese-Valdelsa

Dalla Biblioteca comunale

Dalla Biblioteca comunale "Indro Montanelli" FUCECCHIO

con il Patrocinio del Centro di Documentazione
Translate »